[Il racconto del mese #15]

24 febbraio 2011 § 4 commenti

Avete visto Black Swan? Parla di una donna che viene continuamente interrotta mentre si masturba e alla fine impazzisce (cit.).
No, sul serio. Io ancora non l’ho visto. Ne parlo solo perché c’è Natalie Portman, che sta pure nel racconto di questo mese, che ha scritto Alessandro Milanese, che ancora non ha visto Black Swan nemmeno lui.
Il racconto si chiama N.P. L’avete letto? Parla di un uomo che vie– no, dài. Leggetelo. E’ anche l’ultimo racconto del mese, nel senso proprio di ogni mese a venire. Questa rubrica chiude. E questo blog, come avrete notato, è in pausa. Magari si riavrà [il blog, non la rubrica], magari no. E’ una situazione strana. Un po’ come quando si viene continuamente interrotti mentre– ecco, andrò avanti così tutto il giorno.

Annunci

101 modi per non farsela dare [da 51 a 101]

30 gennaio 2011 § 5 commenti

prima parte

51. Avere un’irresistibile voglia di ucciderla e farlo.
52. Rassicurarla con “no, non voglio scopare con te, mi piace solo che me lo reggi in mano”.
53. Fare in modo che ti esca un rivolo di bava ogni volta che la guardi.
54. Dire: “L’ultima volta che abbiamo fatto l’amore ho sperato di metterti incinta e renderti mia per sempre”.
55. Scrivere un sms tipo: “Ciao Jessica, sono Tizio, ci siamo conosciuti venerdì notte. Potrò sembrarti un po’ brusco, ma vorrei essere diretto e dirti senza giri di parole che l’altra sera avrei voluto “farlo con te”… non so se, nel caso, questa mia schiettezza ti stia infastidendo, ho preferito essere immediatamente trasparente… ah! chiaramente non è un desiderio rimasto confinato all’altra sera, quindi nel caso… questo è il mio numero… un bacione, sai tu dove ;)”.
56. Se nega l’evidente sapore di culo della pietanza che state mangiando, ficcarsi un dito nel retro e porgerglielo risolutamente al naso: “È uguale, senti!”.
57. Respirare.
58. Vantarsi di aver appagato sessualmente quella seduta al tavolo vicino.
59. Lasciarle intendere che se te la desse sarebbe la quinta del mese: “E dài… è un mio piccolo record!”.
60. Sorridere con una caccola secca al naso.
61. Alla richiesta “Scegli tu dove andare stasera”, continuare a rispondere “No, dai scegli tu! Non ho capito questa cosa che devo scegliere io”.
62. Vantarsi con gli amici che “Stasera me la dà!”, e poi andarsi a ubriacare, fino a che l’alcol…
63. Usare continuamente e a sproposito la parola “grande”.
64. Sussurrarle, col volto serio e gli occhi fissi nei suoi, “Credimi… Mi stai entrando nel Dna”.
65. Chiedere dopo mezz’ora dall’inizio dell’appuntamento “se famo la serata oppure mi organizzo con gli amici?”
66. Dire ammiccando: “Oh, ce li facciamo dopo quattro salti in padella?”.
67. Proporre la scelta: sesso senza amore, amore senza sesso o sesso con amore.
68. Confidarle, visto che la vedete un po’ nervosa, che vi fa un po’ schifo la zuppetta col mestruo.
69. “Ehi scusa, l’hai mai mangiato pane e uva? E il panino Sputnik?”
70. Piangere. « Leggi il seguito di questo articolo »

Li stornelli de Teo Baracca – VII

24 gennaio 2011 § Lascia un commento

Er Majesty s01e04

20 gennaio 2011 § 12 commenti

La quarta puntata di Er Majesty e con ogni probabilità già siete stufi. Vi capiamo. Per venirvi incontro ci siamo tenuti poco oltre i venti minuti e abbiamo parlato di roba importantissima tipo  la ragazza che non riusciva a prostituirsi e il decadimento delle pagine culturali dei quotidiani. In più: l’angolo dell’ebreo, Lady Gaga e la prima, attesissima puntata di Claire Survive, un radiodramma [lo sappiamo, lo sappiamo…] scritto da Ernesto Baj con la colonna sonora di Bernard Herrmann.

101 modi per non farsela dare [da 1 a 50]

19 gennaio 2011 § 2 commenti


1. Dichiarare a metà del secondo appuntamento: “Se continua così durerà per sempre!”.
2. Dirle che rosa e oro non è proprio l’accostamento migliore.
3. Interrompere il primo bacio esaltando la perizia di una ex nell’antica arte della fellatio.
4. Dire “ma fermati a dormire, ho otto tipi di biscotti!”
5. Stilare una lista di 101 motivi per cui dovremmo stare insieme.
6. Chiamare compulsivamente una volta che si è visto che la risposta non arriva. Dopo mezz’ora.
7. Parlare.
8. Ipotizzare che le venature rosse della tintura per capelli siano a base di mestruo.
9. Sdraiarsi sopra a una pozzanghera e farsi calpestare affinché i suoi tacchi non si infanghino.
10. Scrivere “per Elisa”.
11. Mettere subito in chiaro la propria inclinazione al deep throat.
12. Durante un aperitivo con amici dire “ehi, stasera farò di te una youporn star!”
13. Invitarla a una cena a quattro con la propria ex.
14. Sostenere che il tuo sperma ha un retrogusto originale.
15. Chiedere: “Dai allora, quand’è che mi presenti un po’ di amiche?”.
16. Regalare un calendario con segnate le date di tutti i futuri appuntamenti.
17. Prima del dessert stupirla a bruciapelo con “Oh, ma che c’hai le emorroidi?”.
18. Quando accetta di salire a casa tua dirle “mia madre ti piacerà!”.
19. Accennare al primo calice di vino che gli alcolici vi provocano reflussi gastrici.
20. Dire: “Sono un filino complicato: mi sento un po’ Dawson’s Creek un po’ Grey’s Anatomy”. « Leggi il seguito di questo articolo »

[Il racconto del mese #14]

16 gennaio 2011 § 4 commenti

Quante cose sapete del Messico? No, sul serio. Io quasi niente. So solo che i messicani parlano lo spagnolo, che sono i rumeni dei californiani e che hanno inventato l’influenza suina.
E’ per questo che non vedo l’ora di leggere Messico!, il nostro primo racconto del mese dell’anno (?), scritto da Daniele De Serto. Che potrebbe anche non fornire nessuna informazione rilevante sul Messico, potrebbe addirittura non esserci mai stato, in Messico, ma che ha pubblicato racconti su varie riviste e si è preso la briga di mandarcene uno pure a noi – al contrario di te, esperto del Messico dei miei stivali. Ok, il nome ufficiale del Messico è senza il punto esclamativo: adesso sta’ zitto e leggi.

Castromarsate ~ live!

15 gennaio 2011 § 1 Commento